Storia del sodalizio


La Pro-Loco Petrizzi” Il fiore di pietra”, nacque in una sera uggiosa del marzo 1975.Aldo Anzani e Giuseppe Mirarchi, quasi per scherzo si proposero di contribuire a cambiare un pò la vita noiosa del nostro paese.

Nella riunione che si svolse da li a poco nei locali di donna Maria Aracri, sbocciò il “ fiore di Pietra” ! Si costituì il primo comitato e fu eletto presidente il dr.  Antonio Anzani , che più degli altri capi che era una iniziativa da sfruttare fino in fondo. Cosi che dagli anni 80 ad oggi parlare di artisti e maestri come Severino Gazzelloni, Mario Gangi, di Jun Kanno , dell’orchestra di stato Bulgara, di teatro impegnato  o leggero di Sagra Popolare è cosa comune.

“Il fiore di pietra” partito in sordina, senza mezzi economici, dà oggi l’impressione  di chi non è mai sazio delle manifestazioni organizzate, alcune delle quali,  di livello internazionale, hanno proiettato Petrizzi in campo ultra-regionale, centrando in pieno il fine istituzionale delle Pro Loco  che è appunto la promozione turistico culturale!

La Pro-Loco Petrizzi ha offerto ed offre continuamente stimoli concreti e frequenti  non solo ai petrizzesi, ma a tutti coloro che, nel comprensorio, e non solo, hanno interessi culturali, musicali e sportivi.

“ Il fiore di pietra “ ha raggiunto vertici che sembravano impensabili , sempre aperta a promotori e collaboratori, per dar modo alla gente, oltre che di divertirsi, anche di partecipare con idee e con fatti  alla programmazione e realizzazione vera e propria delle numerosissime manifestazioni. E’ la dimostrazione che quando vi è la volontà di operare, pure nella povertà dei mezzi, si raggiungono vette e mete impensabili.

Petrizzi è diventato cosi un centro culturale-turistico vero e proprio. Dove c’è teatro più volte all’anno e le tradizioni antiche della gente della nostra terra rivivono nell’annuale Sagra popolare  che permette a tutti, bambini, giovani vecchi, di vivere una giornata piena di vita spirituale e fisica, attraverso balli e modi di essere  che si rifanno alla tradizione non solo di Petrizzi , ma della Calabria stessa.

Anche la cultura ha un posto di riguardo nelle attività della Pro-Loco, infatti molte sono le conferenze su vari temi organizzate nel corso degli anni, e una infinità di concerti di musica classica lirica e moderna. Certo non  abbiamo il Teatro alla Scala ma i nostri palcoscenici sono la chiesa matrice gentilmente concessa dalle autorità ecclesiastiche e il palcoscenico naturale della “Mpetrata e Mariu” Loggia sulla vallata del Beltrame e del mar Ionio, la sala Consiliare del Comune di Petrizzi gentilmente concessa dall’Amministrazione Comunale, e l’edificio scolastico gentilmente concesso dalle autorità scolastiche.

Anche lo sport è stato artefice del nostro impegno in questo lungo percorso. La squadra di calcio dell’USD Pro – Loco Petrizzi ha dato lustro nel comprensorio per molti anni , raggiungendo traguardi impensabili riuscendo ad organizzare delle trasferte anche in Svizzera per la gioia dei nostri concittadini residenti in quella parte di mondo. Da pochi anni per la precisioni 5 edizioni della bellissima manifestazione podistica in notturna per le vie del paese denominata la       “ Notteinborgo ” che ha visto cimentarsi atleti di levatura internazionale.

Da poco la Pro-Loco ha iniziato un percorso per la riscoperta del nostro territorio organizzando escursioni paesaggistiche – naturalistiche  rivolte soprattutto alla cultura della conservazione dei nostri paesaggi e delle nostre radici.

Tanto altro ci sarebbe da dire, ma più che leggere,  il nostro consiglio è di vivere la nostra associazione con maggiore slancio e con tutta l’intelligenza che ci contraddistingue . Intelligenza e cultura che hanno elevato Petrizzi nel gota dei comuni calabresi.

Ci rivolgiamo inoltre, ai non residenti sparsi nel mondo, chiedendo l’aiuto morale, affettivo economico, affinché questo strumento sia il cordone ombelicale che unisce alla propria terra.

Certo,  tanto è stato fatto, ma tanto c’è da fare,  ma con l’aiuto di tutti voi riusciremo a raggiungere sempre più ambiti traguardi.